10 momenti olimpiadi

Le Olimpiadi al tempo del web

 

3:30 minuti per leggere questo post: il tempo di una canzone come soundtrack.

 

Saranno le Olimpiadi più social di sempre.
E così è stato.
Dai momenti più divertenti a quelli più sofferti, nessuna emozione è sfuggita all’occhio vigile dei social network.

Rivediamo allora i 10 momenti più postati, commentati e condivisi della storia dei Giochi Olimpici.

 

1
La cerimonia di apertura.

Non è passato inosservato il portabandiera di Tonga, un bell’imbusto cosparso d’olio che nemmeno le patatine fritte del Mc Donald’s. E che dire di Giselle, che ha fatto il suo ingresso trionfale in passerella rubando la scena? Diverse espressioni di bellezza… o no?

 

080516-gisele-opening-ceremony

 

 

2
L’unione fa la Korea.

Le due ginnaste della Korea del Nord e della Korea del Sud che si fanno un selfie durante gli allenamenti in vista delle gare sono una delle pagine più belle che ricorderemo di questi Giochi.

 

160810145210-viral-olympics-korean-selfie-exlarge-169

3
Saranno famosi.

Phelps: un uomo, tante medaglie. La sua espressione corrucciata prima della gara di qualificazione dei 200m stile libero, diventata virale come #phelpsface, fa il paio con la sua foto insieme al nuotatore di Singapore che lo ha battuto nella finale dei 100m farfalla, che proprio con il suo idolo americano si era fatto fotografare a Pechino nel 2008 quando era solo un bambino.

 

michael-phelps-suzie-shaw-we-are-social-rio-olympics

 

4
C’è chi può e chi non può.

L’altro uomo simbolo dei Giochi a cinque cerchi è naturalmente Usain Bolt. Il giamaicano ha lasciato il mondo a bocca aperta quando ha preso a scherzare con il canadese De-Grasse ben prima di tagliare il traguardo. Il tutto a favore di telecamera.

5
Inutile è chi l’inutile fa.

Ci sono lavori utili e lavori…no. Meme che ha fatto subito il giro del web quello che ha come protagonista il bagnino che assiste a bordo piscina alle gare di nuoto. Ci sarà pure un motivo per cui è lì, giusto?

 

olympics-swimming-life-guard-suzie-shaw-we-are-social-rio-olympics

 

 

6
Trova le differenze.

Ci hanno fatto esultare, ci hanno fatto soffrire, ci hanno fatto imprecare attaccati davanti al televisore. Ma probabilmente Zar e compagni della nazionale italiana di volley verranno ricordati soprattutto per la loro foto di squadra in stile manga giapponese haikyu.

 

volley-e1471952635187

 

7
Acqua azzurra. Acqua (verde) chiara.

Se Tania Cagnotto è una nota rosa delle Olimpiadi per quello che riguarda l’Italia, le tinte fosche dell’acqua delle piscine dove si sono tenute le gare dei tuffi passeranno alla storia dei giochi.

 

CpcJudZXYAA2zIS.jpg_large

 

8
Il tuo bacio è come un rock.

Simone Biles, la giovane ginnasta americana, ha fatto incetta di medaglie a Rio. Ma la sua vera medaglia d’oro sicuramente è il bacio di Zac Efron, volato in Brasile per congratularsi con la beniamina del tifo statunitense.

 

920x920

 

9
Pronta a tuffo, pur di vincere.

La medaglia oro olimpica è la vetta più alta che qualsiasi sportivo può raggiungere. E per conquistarla, c’è chi si lancia molto molto in basso. Come la bahamense Shaunae Miller che si è tuffata letteralmente sulla pista per vincere la gara dei 400m piani.

 

Bahamas's Shaunae Miller crosses the finish line to win the Women's 400m Final during the athletics event at the Rio 2016 Olympic Games at the Olympic Stadium in Rio de Janeiro on August 15, 2016. / AFP PHOTO / OLIVIER MORINOLIVIER MORIN/AFP/Getty Images ORIG FILE ID: AFP_EX9ZT

10
The end.

Rio passa il testimone a Tokyo, che ospiterà la prossima edizione dei Giochi Olimpici nel 2020. Il paese del Sol Levante ha voluto far capire che tutti i giapponesi hanno preso questo impegno con la massima serietà. A partire dal Primo Ministro Shinzo Abe, che vestito da Super Mario, ha dato a tutti appuntamento in Giappone fra quattro anni.

 

 

E i tuoi momenti preferiti di queste Olimpiadi quali sono?

Raccontaceli subito!

 

×

Comments are closed.